Gli idoli e l’induzione

Gli idoli che occupano la mente umana sono o acquisiti o innati. Gli acquisiti giungono alla mente degli uomini o dalle opinioni e dalle sette dei filosofi o dalle cattive regole delle dimostrazioni. Gli innati ineriscono alla natura dello stesso intelletto che, molto più del senso, è proclive all’errore. Per quanto infatti gli uomini si... Continue Reading →

Tenebre e luce

Ma quel che mi par da deplorare, è che veggio alcuni insensati e stolti idolatri, li quali .... imitano l'eccellenza del culto de l'Egitto; e che cercano la divinità, di cui non hanno raggione alcuna, ne li escrementi di cose morte ed inanimate; che con tutto ciò si beffano non solamente di quei divini e... Continue Reading →

L’intelletto universale

L'intelletto universale è l'intima, più reale e propria facultà e parte potenziale de l'anima del mondo. Questo è uno medesmo, che empie il tutto, illumina l'universo e indrizza la natura a produre le sue specie come si conviene; e cossì ha rispetto alla produzione di cose naturali, come il nostro intelletto alla congrua produzione di specie... Continue Reading →

Le cinque vie che provano Dio

Che Dio esista si può provare per cinque vie. La prima e la più evidente è quella che si desume dal moto. È certo infatti e consta dai sensi, che in questo mondo alcune cose si muovono. Ora, tutto ciò che si muove è mosso da un altro. Infatti, niente si trasmuta che non sia... Continue Reading →

La dialettica e l’Uno

Ma che cos'è questa dialettica? È una scienza che, per ogni oggetto dato, ci rende capaci di esprimere con un discorso che cosa è questo oggetto, in che cosa esso differisce dagli altri, ciò che ha in comune con essi, e tra quali oggetti e in quale classe si trovi; essa determina altresì il tipo di... Continue Reading →

La meraviglia e la scienza divina

Noi riteniamo, in primo luogo, che il sapiente conosca tutte le cose, per quanto ciò è possibile: non evidentemente che egli abbia scienza di ciascuna cosa singolarmente considerata. Inoltre, reputiamo sapiente chi è capace di conoscere le cose difficili o non facilmente comprensibili per l'uomo (infatti la conoscenza sensibile è comune a tutti e, pertanto,... Continue Reading →

Metafisica o filosofia prima

C'è una scienza, che contempla l'ente in quanto  ente e le proprietà sue essenziali. Essa è diversa da ognuna delle scienze particolari: giacché nessuna di queste medita in universale sull'ente in quanto ente; ma ciascuna studia le proprietà di sola quella parte dell'ente, che riesca per sé; così fanno, per esempio, le matematiche. E poiché... Continue Reading →

La fiamma della conoscenza

Questo tuttavia io  posso dire di tutti quelli che hanno scritto e scriveranno dicendo di conoscere ciò di cui io mi occupo per averlo sentito esporre o da me o da altri o per averlo scoperto essi stessi, che non capiscono nulla, a mio giudizio, di queste cose. Su di esse non c’è, né vi... Continue Reading →

Conoscenza come reminiscenza

SOCRATE: Capisco cosa vuoi dire, Menone. Vedi come svolgi un discorso eristico  per il quale all'uomo non è dato cercare né ciò che sa né ciò che non sa? Infatti ciò che sa non lo cercherebbe - perché lo sa e non ha nessun bisogno di cercarlo - né cercherebbe ciò che non sa -... Continue Reading →

La dialettica

Socrate: prendiamo proprio questo punto, come cioè il discorso abbia potuto passare dal biasimo alla lode. Fedro: come lo spieghi? Socrate: ecco: per la maggior parte il nostro discorso ha giocato in verità festosamente; ma fra le altre cose che abbiamo detto casualmente non sarebbe affatto privo di ricompensa cogliere scientificamente il significato dei due... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑