La consuetudine

Supponete che una persona, sebbene dotata delle più robuste capacità di ragionamento e di riflessione, venga portata all'improvviso in questo mondo; essa osserverebbe certo immediatamente una continua successione di oggetti, un fatto dopo l'altro; ma non riuscirebbe a scoprire qualche cosa di più. Sulle prime non riuscirebbe a scoprire qualche cosa più. Sulle prime non... Continue Reading →

Heidegger

La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca.

L’essere delle cose e la percezione

È evidente per chiunque esamini gli oggetti della conoscenza umana, che questi sono: o idee impresse ai sensi nel momento attuale; o idee percepite prestando attenzione alle emozioni e agli atti della mente; o infine idee formate con l'aiuto della memoria e dell'immaginazione, riunendo, dividendo o soltanto rappresentando le idee originariamente ricevute nei modi precedenti.... Continue Reading →

La sostanza

Poiché, come ho già spiegato, lo spirito è provvisto di un gran numero di idee semplici, che gli vengono recate dai sensi così come si trovano nelle cose esterne, o dalla riflessione sulle sue proprie operazioni, esso osserva altresì che un certo numero di queste idee semplici vanno costantemente assieme; e poiché si presume che... Continue Reading →

I principi universali e eterni

Ma, in tal densa notte di tenebre ond'è coverta la prima da noi lontanissima antichità, apparisce questo lume eterno, che non tramonta, di questa verità, la quale non si può a patto alcuno chiamar in dubbio: che questo mondo civile egli certamente è stato fatto dagli uomini, onde se ne possono, perché se ne debbono,... Continue Reading →

La “scomunica” di Spinoza

“Con il giudizio degli angeli e la sentenza dei santi, noi dichiariamo Baruch de Spinoza scomunicato, esecrato, maledetto ed espulso, con l'assenso di tutta la sacra comunità [...]. Sia maledetto di giorno e maledetto di notte; sia maledetto quando si corica e maledetto quando si alza; maledetto nell'uscire e maledetto nell'entrare. Possa il Signore mai... Continue Reading →

La natura di Dio e le sue proprietà

Da quanto precede deriva chiaramente che le cose sono state prodotte da Dio con somma perfezione, perché provengono necessariamente da una causa perfettissima. Né con ciò imputiamo a Dio alcuna imperfezione, anzi la sua stessa perfezione ci ha costretti ad affermarlo. Dal principio contrario, invece, seguirebbe chiaramente ... che Dio non è sommamente perfetto; poiché... Continue Reading →

Che cosa sono?

Ma che cosa sono, dunque? Una cosa che pensa. E che cos'è essa? Certo una cosa che dubita, comprende, afferma, nega, vuole, disvuole, immagina anche e percepisce. Tutto questo non è poco, se tutto questo mi riguarda. Ma perché non mi dovrebbe riguardare? Non sono proprio io che dubito quasi di tutto, ma che tuttavia comprendo qualcosa, che affermo... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑